Mali di stagione

Nei casi di raffreddore, tosse, febbre ricordate sempre di ricorrere ai vecchi e buoni rimedi che, cosa molto importante, non hanno effetti collaterali e possono essere assunti insieme ad altri medicinali senza alterarne la validita', anzi rendendola piu' efficace.

Ricorrere all'uso della vitamina C, nei casi di emergenza come quelli sopra citati, si rivela sempre un' ottima decisione perche' in breve tempo aiuta moltissimo, se non risolve da sola, i problemi.

Nei casi acuti, se si assumono 4000 mg.di vitamina C la mattina prima della colazione,altri 4000mg. prima del pranzo ed ulteriormente 4000mg. prima della cena, nel giro di 24 ore dalla prima assunzione scompaiono i sintomi piu' fastidiosi e la febbre si abbassa fino a scomparire.

La terapia di emergenza va continuata diminuendo le dosi. Al secondo giorno si possono assumere 3000 mg. per tre volte ( prima di colazione, prima del pranzo e prima della cena); al terzo giorno si passa alla dose di 2000 mg. per tre volte al giorno e al quarto giorno ala dose di 1000 mg. Per tre volte al giorno.

Quando i sintomi saranno scomparsi,non tralasciate di assumere , almeno una volta al giorno, una dose di 1000 mg. di vitamina C che servira' ,oltre a tutti gli altri benefici che apporta, ad irrobustire le vostre difese immunitarie.

Non bisogna farsi spaventare dalle dosi sopra citate. Ricordare sempre che la vitamina C e' innocua, non ha effetti collaterali e, a differenza di tanti altri medicinali, puo' essere assunta a vita.